•  

A.C. Morrone, le dichiarazioni dell'allenatore Lorenzo Stranges relative alla sconfitta della Morrone con il Sersale e al prossimo impegno col San Luca.

La Morrone torna con le pive nel sacco da Sersale e la sconfitta brucia tanto. Stranges non si nasconde e spiega il perché, sebbene la sua compagine stazioni ancora in piena zona playoff.

«Siamo andati ko alla fine di una partita in cui la Morrone ha come sempre giocato con il solo obiettivo di vincere, tenendo per lunghi tratti il pallino del gioco e creando tanto. Di fronte avevamo una grandissima compagine che a sua volta ha giocato molto bene. Ne è venuta fuori una partita bellissima ed emozionante fino alla fine. L’ha spuntata il Sersale, complimenti a loro e al mio amico Claudio Morelli. Non hanno rubato nulla, sono stati più bravi di noi nel momento decisivo» ha detto il tecnico.

I granata hanno dimostrato ancora una volta di essere una delle squadre più temibili dell’Eccellenza, ma c’è l’impressione che forse ancora manchi il cinismo necessario. L’allenatore spiega il suo punto di vista: «Io sono orgoglioso del fatto che tutte le nostre partite si svolgano all'insegna della massima correttezza, in un clima che concilia con il calcio - evidenzia – Sono orgoglioso anche di rivevere sempre i complimenti sinceri dei nostri avversari. Non riesco a rimproverare nulla ai miei al termine di una partita ben giocata come quella di Sersale. Ovviamente se il risultato è negativo qualcosa è mancato, ma dal mio punto di vista la strada è tracciata: dobbiamo solo lavorare e crederci di più, con convinzione e concentrazione».

Il match di domenica ha segnato l’esordio del giovane Cardamone, regista classe 2001 schierato a protezione della retroguardia a dettare i ritmi di gioco. «Un buon esordio, Mirko è bravo, intelligente e si allena benissimo. Mi sento un privilegiato ad allenare giovani come lui. Sono contento che si impegni così, il futuro è suo. Spero diventi un elemento cardine del nostro progetto. Complimenti a lui» dice Stranges.

Trombino nel frattempo è giungo alla sua terza marcatura consecutiva. E’ come se l’errore dal dischetto nella finale di Coppa Italia lo abbia caricato a molla. «Trombino continua a segnare? Buon per noi. A dire il vero anche contro il San Luca aveva fatto benissimo. E' un ragazzo di valore e secondo me può fare tanto di più in termini di apporto alla squadra - continua l'allenatore della Morrone - La sua tecnica è sopraffina, ma spero che migliori la condizione fisica, perché lo voglio presente anche quando c’è da soffrire. Di sicuro la Morrone ha fatto un grande acquisto».

Domenica arriva la capolista San Luca. All’andata, un po’ come a Sersale, la Morrone sprecò tanto e i giallorossi portarono a casa l’intera posta in palio. Sulla panchina degli ospiti ci sarà l’esordio di De Angelis. «Domenica arriva la squadra che finora ha fatto meglio - conclude Stranges - cercheremo di farci trovare pronti per onorare l'impegno. Contro di loro abbiamo disputato due grandi partite, ma non è bastato per batterli. Bisogna quindi alzare l'asticella, ma spero che l'atteggiamento sia sempre quello di cercare il successo. Per quanto riguarda l'esordio di Stefano De Angelis, gli faccio un grande in bocca al lupo».

    8.png1.png2.png5.png0.png8.png
    Today3001
    Yesterday2776
    This week10004
    This month25780
    Total812508

    10-07-2020