Inter: i dubbi sulla ripresa, protocollo considerato inapplicabile.

Secondo quanto filtra da ambienti nerazzurri se il documento non sarà rivisto la squadra potrebbe non andare in ritiro.

Il protocollo per la ripresa degli allenamenti collettivi continua a far discutere e comincia a sollevare dubbi anche tra i club di Serie A. Stando a quanto filtra da ambienti nerazzurri, infatti, l'Inter non sarebbe convinta di poter seguire alla lettera le regole imposte dal Comitato Tecnico Scientifico e approvate dalla Figc. Secondo la società ci sono troppe lacune sugli allenamenti collettivi e troppe difficoltà logistiche per quanto riguarda il ritiro precampionato. Il documento è insomma considerato inapplicabile e, se non sarà rivisto, i nerazzurri potrebbero anche decidere di non cominciare il ritiro. La posizione è condivisa anche da altri club di A.

Da lunedì 18 maggio le squadre potranno tornare ad allenarsi a gruppi nei propri centri sportivi, ma dovranno farlo seguendo una serie di rigide linee guida, concordate dagli esperti del Governo e approvate dalla Federazione. Solamente dopo due settimane di ritiro blindatissimo potrà esserci il via libera anche per le partite, naturalmente a porte chiuse. La Lega Serie A ha indicato il 13 giugno come data per la ripartenza del campionato.

Dubbi sull'applicabilità del protocollo, d'altronde, erano già emersi nei giorni scorsi: sia da parte dei medici sociali, sia da parte dell'Associazione Italiana Calciatori. Opinione condivisa è che, per quelle che sono le attuali limitazioni, è alto il rischio di un nuovo stop immediato.

Fonte: tgcom24

    6.png9.png6.png6.png0.png6.png
    Today962
    Yesterday2539
    This week3501
    This month64358
    Total696606

    26-05-2020