Cosenza, il Rendano riapre le porte alla musica, in attesa di ripartire con il suo pubblico.

Al via il progetto, in tre concerti, “Rinascere nella musica”, che segna una nuova collaborazione tra il Comune e il Conservatorio

“Rinascere nella musica”. E' il titolo del progetto promosso dall'Amministrazione comunale a dal Conservatorio di musica “Stanislao Giacomantonio” ed il cui obiettivo è creare le premesse per nuove e feconde stagioni del Teatro di tradizione “Alfonso Rendano”, quando le porte dei teatri riapriranno, e per far sì che, da subito, in attesa che il pubblico torni in platea, le note della musica comincino a risuonare entrando nelle case dei cittadini di Cosenza e di tutta la regione.

Con questo intento il Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto e il maestro Francesco Perri, direttore del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio”, hanno voluto dar vita a tre appuntamenti musicali che saranno registrati al Teatro “Rendano” e che saranno trasmessi dall'emittente televisiva regionale TEN (Teleuropa network). I tre concerti vedranno protagonista l'Orchestra del Conservatorio di musica “Stanislao Giacomantonio”.

“La drammatica realtà di fronte alla quale le città si sono trovate da quando hanno dovuto fare i conti con la pandemia – sottolinea il Sindaco Mario Occhiuto - ci ha obbligati a dover ripensare anche la fruizione degli eventi culturali e di spettacolo. Oggi prevale, però, la necessità di riprogrammare il futuro e di promuovere una vera e propria rinascita della cultura. Ed è muovendo da questa urgenza che ci siamo confrontati con il direttore del Conservatorio Francesco Perri decidendo questa mini programmazione concertistica, da irradiare attraverso i canali televisivi e in streaming, per riannodare i fili con il nostro pubblico, in vista della riapertura dei teatri e del nostro “Alfonso Rendano”. Il maestro Perri – ha aggiunto il Sindaco Occhiuto – ha le giuste competenze e una profonda passione affinché la collaborazione con l'Amministrazione comunale possa dare risultati ancora più consistenti. Si parte da questo esperimento, che riporta il nostro teatro nelle case, per far sì che il Rendano diventi anche la seconda casa del Conservatorio della città dove i musicisti che lì studiano abbiano la possibilità di esprimersi al meglio. I tre concerti che abbiamo programmato e che diffonderemo in televisione e in streaming (anche sul sito del Comune) non sono un'iniziativa estemporanea, ma rappresentano un preludio – ha detto ancora il Sindaco – per nuove e future sinergie che, utilizzando lo strumento della convenzione, già in essere dal 2011, con il Conservatorio, possa irradiarsi non solo verso il Rendano, ma anche nella Casa della Musica dove, in un futuro prossimo, saranno utilizzati nuovi spazi”. La sinergia con il Comune di Cosenza è stata commentata favorevolmente anche dal direttore del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio”, Francesco Perri.

“Il Conservatorio – sottolinea Perri -rafforza la proficua collaborazione artistico - musicale con il Comune di Cosenza, nell’ottica di una nuova forma di interazione produttiva. Sono molto felice – ha aggiunto il maestro Perri - che le nostre esperienze musicali siano messe a disposizione del territorio. Cosenza Città della musica può essere una grande opportunità per ridare, in uno spirito di coproduzione, energia ed economia al territorio proprio attraverso le sette note”.

Il maestro Perri ha reso noto il programma del primo concerto che sarà registrato al Teatro “Rendano” e che sarà trasmesso da TEN in data da definire ( a breve saranno comunicate tutte le date dei tre concerti).

Il primo concerto sarà aperto da due melodie dell'opera 53 di Edvard Grieg cui farà seguito l'Ave Maria tratta da “Otello” di Giuseppe Verdi. Subito dopo, l'Adagio for strings Opera 11 di Samuel Barber e “Sospiri” opera 70 di Edward Elgar. Il programma proseguirà con l'esecuzione dell'Ave Maria di Ruggero Leoncavallo nell'orchestrazione di LeonardoVulcano e Vincenzo Bria (allievi di Composizione del Maestro Vincenzo Palermo). Completano il programma le “Rumenian Folk Dances” di Bela Bartok.

L'Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” sarà diretta dal maestro Fabrizio Da Ros. Al concerto prenderanno parte il soprano Francesca De Blasi (vincitrice delle audizioni per solista con Orchestra), la violinista Selene Cristello e il violoncellista Alessandro Greco.

 

Soddisfazione per l'iniziativa è stata espressa, inoltre, dall’Assessore al Teatro Rosaria Succurro.

“In attesa di ripensare alle stagioni canoniche (lirica e di prosa) del teatro Rendano, quando ci saremo lasciati alle spalle la pandemia o quando sarà trovata la giusta modalità per riaprire in sicurezza i teatri, le sale da concerto e i cinema – sottolinea Succurro – l'iniziativa, programmata grazie alla collaborazione tra Amministrazione comunale e Conservatorio, ci consentirà di condividere con tutti i cosentini la nostra aspirazione ad una nuova rinascita delle attività culturali, affinché dai concerti che arriveranno nelle loro case attraverso i teleschermi e il web, sia possibile ristabilire il contatto con il nostro teatro, in attesa di riviverlo dal vivo e in presenza, si spera prima possibile”.

    1.png3.png3.png4.png9.png0.png7.png
    Today122
    Yesterday1449
    This week122
    This month13537
    Total1334907

    08-03-2021