Covid: è stato chiuso il reparto di Ortopedia e Traumatologia del Grande ospedale metropolitano "Bianchi-Melacrino-Morelli" di Reggio Calabria.

Tre infermieri e un paziente sono risultati positivi.

  La storia è iniziata il 2 ottobre quando un paziente è stato ricoverato per una frattura scomposta al femore proveniente dal pronto soccorso dell'ospedale di Gioia Tauro e trasportato dal 118 al pronto soccorso del Gom.


    Al suo arrivo a Reggio, il paziente aveva riferito di essere stato vicino ad un paziente sospetto Covid mentre si trovava al pronto soccorso di Gioia Tauro. Il tampone orofaringeo eseguito, però, in un primo momento ha dato esito negativo così come gli altri tamponi effettuati nei giorni successivi al ricovero.


    Essendo risultato negativo e finita la quarantena, il paziente è stato quindi sottoposto all'intervento chirurgico e posto in dimissione per l'11 ottobre quando sarebbe stato trasferito in un centro riabilitativo.

"Tuttavia, - è scritto in una nota dell'ufficio stampa dell'ospedale - il tampone effettuato nell'imminenza delle dimissioni ha dato esito debolmente positivo, per cui sono state attivate tutte le procedure previste per il contenimento del contagio.

Pertanto, è stato disposto il trasferimento immediato del paziente nel reparto di malattie infettive, la sanificazione del reparto di ortopedia e l'esecuzione dei tamponi per tutti gli operatori ed i pazienti".


    Il risultato è stato di quattro positivi: tre infermieri e un paziente che era stato ricoverato accanto al degente proveniente da Gioia Tauro.

(ANSA).

    1.png0.png7.png0.png4.png4.png6.png
    Today1346
    Yesterday3003
    This week17571
    This month99556
    Total1070446

    31-10-2020