Cosenza, le dichiarazioni del Sindaco Occhiuto in merito alla sentenza di annullamento delle condanne da parte della Suprema Corte di Cassazione nei riguardi dei collaboratori Michelangelo Spataro e Luciano Vigna

La gioia del sindaco per Luciano Vigna e Michelangelo Spataro dopo l’annullamento delle condanne: “Quest’ultimo ora subito in Giunta”

“Una buona notizia che mi riempie di gioia. La Suprema Corte di Cassazione ha annullato le condanne del processo Tesi a Luciano Vigna e a Michelangelo Spataro, due fra i miei più validi collaboratori ma, soprattutto, miei amici carissimi”.

È ciò che afferma il sindaco Mario Occhiuto, aggiungendo: “Questo dimostra, ove ci fosse bisogno, come debba essere sempre rispettato il principio della presunzione di innocenza fissato dalla Costituzione. E dimostra inoltre come pure lontano dai riflettori e dai condizionamenti della (mala) politica le vicende si chiariscono in modo più sereno e secondo giustizia. Sono quindi veramente felice – conclude Occhiuto - e faccio ai miei due buoni e vecchi amici gli auguri più sentiti e affettuosi.

Naturalmente ho conservato il posto in Giunta per Michele, che ora rientrerà subito nell’esecutivo, perché è giusto e perché ci può dare una grande mano”.

Comunicato Stampa

    1.png5.png8.png1.png1.png4.png
    Today241
    Yesterday914
    This week1803
    This month13599
    Total158114

    18-09-2019